NAKAMICHI PA 7 II

QUESTO AMPLIFICATORE RESTERA' PER SEMPRE NEL MIO CUORE.

PURTROPPO HO FATTO L'ERRORE DI DARLO VIA, QUESTO AMPLIFICATORE, QUANDO SI HA LA FORTUNA DI POSSEDERLO, VA TENUTO, NON SI DEVE VENDERE. PER NESSUN MOTIVO.

 

GIA' DALL'ASPETTO SI CAPISCE CHE COSA STIAMO MANEGGIANDO.....MANEGGIANDO PER MODO DI DIRE, SONO QUASI 30 KG. DI ALLUMINIO TAGLIENTE E OSTILE!!!!

 

NE ESISTONO SVARIATE VERSIONI, CAMBIATE NEGLI ANNI IN CUI E' STATO PRODOTTO E PER I PAESI A CUI ERA DESTINATO.

QUESTO IN FOTO CREDO SIA L'ULTIMA VERSIONE PRIMA DI ESSERE CESSATA LA PRODUZIONE PA 7 II E CHE PROBABILMENTE SIGNIFICA PA7 VERSIONE 2 PER L'EUROPA.

SI TRATTA DI UN FINALE DA 250+250 WATT PROGETTATO DA NELSON PASS, LA CIRCUITAZIONE STASIS ERA IL FIORE ALL'OCCHIELLO DELLA PRODUZIONE THESHOLD DI CUI IL SIG. PASS E' STATO L'ARTEFICE E CHE NE DECRETO' IL SUCCESSO.

PRODOTTO DALLA NAKAMICHI DALLA FINE DEGLI ANNI 80, NELLE SUE PRIME VERSIONI, ESTETICAMENTE UN PO DIVERSE E PROSEGUITA FINO ALLA META' DEGLI ANNNI 90.

E' COSTRUITO COME UN CARRO ARMATO, VERAMENTE, SEMBRA REALIZZATO PER RESISTERE A TUTTO, PROBABILMENTE LO HANNO FATTO COSI', PER RESISTERE A SE STESSO PERCHE' CREDETEMI.....SI TRATTA DI UN VERO MOSTRO DI POTENZA E CORRENTE.

ALL'INTERNO, IN POSIZIONE CENTRALE C'E' L'ENORME TOROIDALE BLINDATO ASSERVITO DA 4 CONDENSATORI MOLTO GRANDI (QUASI 4 LATTINE DI BIRRA!) A GARANTIRE LA RESISTENZA A TUTTI I CARICHI DI IMPEDENZA.

IL CABLAGGIO E' UN PO DISORDINATO, SI POTEVA FARE DI MEGLIO, MA NULLA DI FASTIDIOSO O PREOCCUPATE.

I FINALI, COME SOLITAMENTE AVVIENE, SONO DISPOSTI SULLE SCHEDE FISSATE ALLE ENORMI ALETTE DI RAFFREDDAMENTO LATERALI.

SUL RETRO, ORDINATISSIMO E SPARTANO COME IL FRONTALE, TROVIAMO I CONNETTORI DI USCITA PER UNA COPPIA DI DIFFUSORI, GLI INGRESSI RCA, MOLTO BEN POSIZIONATI E REALIZZATI, LA VASCHETTA IEC PER IL CAVO DI ALIMENTAZIONE, IL CAMBIO DI TENSIONE E QUATTRO COMODISSIMI PIEDINI PER APPOGGIARLO DURANTE I TRASPORTI, IN QUANTO PUO' ESSERE AFFERRATO DALLE DUE BELLE MANIGLIE ANTERIORI CHE FUNGONO DA MOTIVO ESTETICO.

IL SUONO E' MAGNIFICO, NON AGGIUNGO ALTRO, NON HA UN DIFETTO QUESTO FINALE, SE PROPRIO DEVO FARE QUALCHE APPUNTO, LO FACCIO ALLA MANCANZA DI INGRESSI BILANCIATI, ALLA IMPOSSIBILITA' DI USUFRUIRNE IN MODALITA' MONO ED ALLA MANCANZA DI ALTRI 4 CONNETTORI PER DIFFUSORI, PER CONSENTIRE UN BEL BIWIRING.

DETTO QUESTO, RIGUARDO AL SUONO NON HO NULLA DA AGGIUNGERE, E' UNA LEGGENDA, PILOTA TUTTO SENZA PROBLEMI, E' ENERGICO E DOLCE AL CONTEMPO, HA UNA RISERVA DI CORRENTE INESAURIBILE ED ANCHE CON DIFFUSORI OSTILI COME LE MAGNEPALNAR O LE AUDIOSTATIC, HA DATO IL MEGLIO DI SE SENZA MAI FARE UNA PIEGA.

PECCATO CHE NON SE NE TROVANO IN GIRO.

SE SERVE QUALITA' E POTENZA QUI C'E' TUTTO. RIPETO, IL MIO PIU' GRANDE ERRORE E' STATO VENDERLO, DA ALLORA LO CERCO MA NON NE HO PIU' TROVATI, SPECIALMENTE IN QUESTO STATO E QUESTA VERSIONE, E' MOLTO DIFFICILE, SECONDO ME, CHI CE L'HA SE LO TIENE STRETTO!!!

BELLO, CATTIVO, IGNORANTE (COME SI DICE A ROMA), POTENTE, NON SERVE ALTRO. VERAMENTE UN CAPOLAVORO, A MIO MODESTO AVVISO INSERIBILE NELLA LISTA DEI MIGLIORI 10 FINALI DI TUTTI I TEMPI, INSIEME A PEZZI COME KRELL KSA 50, THRESHOLD SA2, MCINTOSH 275, ETC. UNA VERA ICONA DEL PANORAMA DEGLI AMPLIFICATORI PRODOTTI NEL PIU' BEL PERIODO PER L'HIFI, GLI ANNI DALLA FINE DEI 70 ALLA FINE DEI 90.

NESSUNO COSTRUISCE PIU' COSI', QUI C'E' TANTO DI QUELL'ALLUMINIO DI QUALITA' DA FARENE 10 DI AMPLIFICATORI DI OGGI.

UNA FINITURA MERAVIGLIOSA, FATTA PER SFIDARE IL TEMPO, SIA PER IL DESIGN, SEMORE ATTUALE E MODERNO, SIA PER LA DURATA DELLA REALIZZAZIONE, ESEGUITA SENZA COMPROMESSI E SENZA BADARE AI COSTI. GRANDE QUALITA' MADE IN JAPAN!